Applicazione

Campo d’impiego

Gli interruttori di emergenza a fune hanno un’importanza molto significativa nel rapporto uomo-macchina in ambito industriale. Ad esempio, vengono impiegati nei nastri trasportatori: dopo un azionamento manuale, il dispositivo dà avvio ai processi di funzionamento, lavorazione e spegnimento del macchinario.

Con l’entrata in vigore della nuova normativa europea EN ISO 13850, riguardante gli aspetti funzionali e le linee guida per la progettazione dei dispositivi di emergenza, è oggi necessario che tutti questi dispositivi presentino nuovi requisiti. Tutti gli interruttori a fune descritti in questo catalogo sono conformi ai requisiti della suddetta normativa.

Struttura e funzionamento

Negli interruttori di emergenza a fune, la funzione di emergenza può essere attivata da un punto qualsiasi sulla fune. Questi interruttori dispongono di un collegamento dei contatti NC con la fune. L’interruttore viene messo in stato operativo con una pre-tensione della fune: questo significa che i contatti NC sono chiusi, mentre quelli NA sono aperti. Tutti gli interruttori di emergenza a fune dispongono di una funzione di controllo di rottura della fune.

Gli interruttori a fune senza blocco meccanico VD o VS, non sono conformi alla EN ISO 13850. Vi è comunque la possibilità di adeguarsi ai requisiti di suddetta norma adottando misure tecniche di comando e commutazione adatte.

Vi sono dispositivi con azionamento da un lato e da due lati. La lunghezza della fune, il numero di contatti e la posizione di montaggio, nel centro o a lato del sistema, sono le principali caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta degli interruttori di emergenza a fune.

Tutti gli interruttori di emergenza a fune recano il marchio CE in osservanza della Direttiva Macchine 2006/42/CE.

Prodotti »

Montaggio ad altezza testa
Montaggio ad altezza mano
Montaggio ad altezza dei piedi
Montaggio al punto di ingresso pericoloso
Montaggio sul nastro trasportatore
Schermatura completa