Applicazione

Campo d’impiego

I sensori magnetici vengono utilizzati principalmente come alternativa ai finecorsa meccanici, laddove vi siano condizioni di lavoro sfavorevoli, quali velocità d'esercizio troppo elevate o troppo basse, elevate frequenze di commutazione, forte presenza di polvere o sporcizia, elevata umidità, gas chimici, grosse oscillazioni della distanza di azionamento, ecc. Anche in presenza di materiali aggressivi, come nell'industria della lavorazione alimentare, la commutazione sicura è garantita dall'incapsulamento dei contatti. I sensori magnetici sono quindi adatti, ad esempio, per il monitoraggio del movimento o dell'arresto di macchine e sistemi, come contatori elettronici, come pannelli di interruttori su sistemi di trasporto e magazzini con scaffali alti, o anche come indicatori di posizione di deflettori, alimentatori a pannello e valvole.

Nel settore ascensoristico, i sensori magnetici sono adatti per il posizionamento ed il controllo della cabina dell'ascensore.

Un ulteriore campo d'applicazione consiste nel controllo elettronico degli indicatori di movimento e posizione su cilindri pneumatici.

Progettazione e funzionamento

I sensori magnetici vengono azionati da un magnete permanente della serie M, senza alcun contatto meccanico. Sono disponibili con contatti NA, NC, in scambio oppure bistabili. Tutti i sensori magnetici riportati in questa sezione sono forniti con cavo precablato o connettore.

I sensori magnetici per il controllo e posizionamento su cilindri pneumatici sono azionati da magneti permanenti montati all'interno del pistone del cilindro pneumatico.

I sensori magnetici devono essere utilizzati in ambienti liberi da campi magnetici.

I sensori magnetici riportati in questa sezione recano il marchio CE secondo la Direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE.

Prodotti »

Principio di funzionamento

Sensori magnetici contatto bistabile, azionamento frontale
Sensori magnetici contatto bistabile, azionamento laterale
Sensori magnetici su una porta girevole