Vai a:Meditec

Premiere a Medica 2018 / Nuova serie di interruttori a pedale wireless a batteria

Alla fiera Medica, steute Meditec lancerà una nuova serie di interruttori a pedale per uso universale nella tecnologia medicale. Le interfacce utente di questa serie hanno un'efficienza energetica talmente elevata da poter essere alimentate tramite batterie convenzionali. Allo stesso tempo, raggiungono un elevato livello di sicurezza e disponibilità.

Questa serie di interruttori a pedale è disponibile in versioni da 1 a 4 pedali e completa la gamma di interfacce utente steute, come nuova serie di interruttori a pedale wireless standard.

La trasmissione del segnale al dispositivo medico avviene tramite la terza e ultima generazione della tecnologia wireless sviluppata da steute. Questa tecnologia è caratterizzata da un consumo energetico notevolmente ridotto e da un'elevata (e configurabile) potenza di trasmissione. Nonostante il consumo energetico sia basso, il tempo di risposta è molto rapido: la trasmissione del segnale di un interruttore a pedale già attivo richiede appena 20 millisecondi, mentre un interruttore che viene attivato dalla modalità di risparmio energetico trasmette un segnale valido da 50 a 60 millisecondi dopo l'azionamento.

La tecnologia wireless a basso consumo delle nuove interfacce permette, per la prima volta in assoluto, di utilizzare batterie alcaline convenzionali (ad es. AA o C) invece di batterie agli ioni di litio ricaricabili. Le batterie non devono più essere ricaricate, eliminando così la necessità di caricatori, di gestione della carica e dei conseguenti costi.

Con tre batterie C ed un profilo d'utilizzo tipico, la carica dura un anno e mezzo. Ciò significa che i produttori del dispositivo possono semplicemente prevedere una sostituzione della batteria nel loro servizio annuale di manutenpuò farlo con pochi semplici passaggi e senza bisogno di strumenti. Il vano batteria impermeabile deve essere aperto semplicemente con un quarto di giro della manopola. La classe di protezione dell'interruttore a pedale (fino a IP X8) rimane inalterata.

Proprio come le due versioni precedenti, l'ultima tecnologia wireless di steute Meditec è stata sviluppata appositamente per soddisfare le esigenze delle apparecchiature medicali. Lavorando sulla banda di frequenza 2.4 GHz, può essere utilizzata in tutto il mondo, universalmente e gratuitamente. Raggiunge l'elevato livello di sicurezza SIL 3 sec. IEC 61508, e classe di sicurezza C nella classificazione della gestione del rischio per il software (EN 62304).

Oltre all'ottimizzazione dell'alimentazione, al raggiungimento di un elevato livello di affidabilità della trasmissione e alla lunga durata, i progettisti steute hanno anche dato grande importanza al design ergonomico di questa nuova serie di dispositivi di comando, ossia al loro funzionamento intuitivo e non faticoso. Sui pedali possono essere inseriti pulsanti addizionali, anch'essi azionabili con il piede. Una barra pieghevole consente di posizionare facilmente il dispositivo di comando a pedale, mentre l'azionamento wireless dà all'utente maggiore libertà di movimento, senza le restrizioni di un cavo (potenzialmente non igienico).

steute Meditec alla fiera Medica: Pad. 11, Stand J 40

Files:
premiere a medica 2018 / nuova serie di interruttori a pedale wireless a batteria.pdf
21816-PR_MKF_SW2_LE_GPX11_25645A5.tif
« indietro
 
}Yv40!n 4$q;klirZ; ̨ 2 GX C/dY^2tp g=HtWEΉ'N쇿NȜ8X^ȮK,|scaOΗ< WlWg@bB >wcg3$د t}ƈ1n䛌(Lu肭cؕ뿁Lyȩmg4%~M }Mc >r,{OZѦ| `G{ĝ3듓kp>Ӓqd'>$f/+s]ECH'l}>d@(j!?7;beXG30a/!B+(~ QH8S snC39D>(j@kC$LI?-ACהB h/9FzŭpbP&3ė6{8I0_|3a0,X2ƠfAs*70ݕ`93gt4̘ٙ0oc7ܝh[l3ߛН> 8}%paCيC3~D&%Td@G%%-g ~|9z+<2!Pp H9gqmwYp8m}WARc8Viq@fj~t9~M <ţACbS7ve&ÝC)#ϘnhAm) S=X>=!?a`` uu|M/ !Eߐ/!kFh욙j/f`NSsl9MB?b@ICsy#?dįg?T(#_)Ph' @<'bsz΀ћ|,Ɠ/~ Gs:gt o# gbƗ'q~tcط48nt(|PD mIPrçw js ©oxPgU!5C|IhyWhq7oO~5ҵ*b1v&>E嘂h*03 IAH$SiUSfτbF6:n9Lvwma0P Wm^˴ -Tl!d$^`Y[ Ip)q}RI:U["]rODž&`ׂ*'5ǐk;@!U"[jAE[-!R-@Yh'^EIt/~뮠кrWA=1V*D#20L0)~ضۦrL SIk"*i3ӽ`Ia,NۙB[xܓ(#NP.SI4 $ڜ[etJZt+5ǺFCS|sci%u ;oɄ> Vra "_2?,;:I6|>z[CWi|#Fkd57s *+^p)y;U*%R5Qu* 'U&(?.qTc wỒӌM iQWS5TQJSyj / l$|:dw|@ .12՝Mlo ow+FY'FG DxgDԍ;G- kJ kmd h'G;]%hey-_$)D8v\Ty/m֛f(Z@Hd3">y]ֺt=p܏Earux%L4qՅ' V5# ڄ Hϯ h1%*=z#*T拾tWJҖơ*l,2L{bTy %㋫E>+y``/醪"]n Ve=+~\ J.{d@ N͉ īŇu2SlesW^w gЌC] fH0qHP>}3O .s@E3c溹'ֵPDTQۥV~J$Znh[ u-R$j.n^kRs~^s:sI Ch{ W}.s9F1IWX*4:#*>Y{0GoM"pi`r/Rf xbfWZ0_ 9FX.8' b5'2y͜ ќF6-82B0x!iqhkkKg+{ j "9R&1[GCEݷxWB 4Vaw%̗W|oHf WdHξss/ZMȐЅߑƐ{$v ^=xu|^ /0×;×^x*C)h'㬴,>3HPĽ5*IP./b`Tw=zɬC]`Ďw#`r#\ NMS׉y~^k|:lbs(#!<Bz[z~_5qUa8ϡ&YM~_U y:7<̏#>GÐ.[G]t[L8W"t-cLMke F;d-qXD&;G;syPq.``p{`qVqzvq1`<;;ԜdLx8Lt0Tb6g]l̇ZdyghYIJM3Ǟ'xnieÙuk柦[ \nkΟ<3O^gOdo[kެ"h6Umvo6.bb > ~:݅FJ \;ꀕ{/x5S/.9?ȳј\6\O YMks?LTōPǐ[7Zؚ\Ii"[D]\R 8uCq/%k4VoɗBIzLBYUGlyj1t]%`?q<xRV񷎚=r ADmW'^7צF)hLqoIu| ި-BᅞM*XG@^=&_<&{ӶZ5!ѤL1-TQIɼi0U/ \lu굄 +hMTNɃs0twmw鎇vu]mQx}'93 C&49IŒe 30RMfl6ۓ./^v-$ WNgNɣ㓳ISe1,nm9={ꄼx#VYj]9 3,^t|S$c4GjНaZV2>\8>}z 5_-eP@Ї "Phu\,`V`ϲ2WYhhQyρCUCX͖o p<@]sg6$px0xHnf958$ oGJ5 f#zb)o< -mdST4v>)oHih q˩Y53EdS?ʤXQh<ԁvB'מK)5^ί{i`L?Z҉5;3=RlWnl<1R$sWE6fQ'TnO_XuC;I+}lgXE[[9R~t\s"V$U J3VV:{KjZsNq S jqVPq%&X)lhQ #K4tFT(#L?$0Q͊XJR4fbǕȤgׇwҲ s AN:M.[%0xUֆgns0G~'zmh;*0.:eyV{ SǛn8N3kq333+S`h܃cPNd\{qwq3j%q絔KGd@G%/ g IOCcJ3{_AFBKl{.7rQm12gp*5`tM? llՅ z1kǼ26 f1DIƂ`4&5Q^& oPAD!g&z[+xr68 FMԍ73/HPi8nX#r>'Of$ F *kI3snr.WE&yI!%k:X$OWXj\2 o#>FsI(r q !?u<|Oζ@BgRxJ@D:JF$퇾f)wAW+䛑m$g0=RރKxJx,W,LFmNr]B//R Mp<^`]S_VUR,܎yAu-e Эm$%faB}§/U%n Dk5dq ԃ%gzs#+n<`x ą%#DF7 Z1vx98iY, "EVJTB 34*TU$l  @͇ ag[`6CK-0`3߃.)%M;vqh!KY`gy\ϪuNpz2Tgdd.=ӝj  r|I#+dx(rct u E9I9@%d4&gx?&!&N,jh vpbdG1>$*4Ogh6ns pnGhe wnY✏@23|b Ui$=v ~ӓ'/d4NwC^IdYd-$0_K*p_p>ݽ 8zG^!Ǹ$im SE;vHʔ>:ԷXsre13T%0ڴXLGHrEj4"@(D$%XVu`}N x1DgV\^!.keJl@nqrEdJ9nBU )nZLVفZvk9fzk֌}3lLB=}gYt_-ת Z*Q3~I`@s#"ޑHtqG C;6 /[ |VKů`6,ư_-`5[x> &Nv8/0Z_*Ew 1c Id#&%&q2&E;tԎ5Ƒ%gpg%rGe|$oPLxgNH3,(P]t9<  .=p5w|~8:I8nL҉'me%ZکjAdNjQ@Nd:ݭsfNmg< \ |:;gaa^TdGNŷXc E'hxLuiT"ju' JZ5CPA>v3Զǰ{L>J12#8m[AW@F='rASr[=SmnSO@d"Qʦ^v7u՞!q&h갴6SST.kYt E*tWk+[d*adnS# l9X~/{Pmvt`rr0F V(I}:N)Tjϕn 3nd_J]\O w6c6D9UHHܳІ=ܲMA+F1B*"_p@"m99Aw8GjC홭XtͫH)*IeT{fCbDP)uتwgaR%DkB:z u-|Fɕѥ+[kZ5O2SdZj6\Uj򫗪/'kM*Q܇Sd6lik3i+7XܾXm7. ZfEeZ V.U~ U{՛6Z _)[;5W{㡘G&ƿ2J=C>* j]l{4Fޓo'59W%Uz v}|{L}E5gL5;M\q/tZxM腡A_ DBlnE95fTs6׀]BT visYr~[/v8kȫD$EDݚ3J[VScEG<^XnSX'k`:0X-N;cEmVy-R$**!- o fkDΈ6TQ;V8.v ~/ ˃NIL 6yH1+pƮ-$xLIT:EM9xuL_c8ߗ!/?WOQz%ؒ t hI65d ˴2D1- 6Ձ'^K |plj5tGte.X RFeKBub J4tA(n^g24蠴m]obU.--B#XÃ0 %dj~$@$?ӊ T->*XWHwѩ=H]vLЅ-\Om2jV(\N-q4vAy`Po" xWU/ J;=#j$/7u`6ƫv4X JnhI13cbogG`(Y$'29`IOqMO-!PwWlIl|*nXx7hJ*h?/^x7^|q:)]\(BOLn,˽K5y\A}zzN4~~?eryt~~*^R7yG2SAq`>#p`öH9KW.yA}Xgϙמ}דx2ĒRfGɽ;{ӛOe < i;o<xMx(b s(7NxF~o~ܓ}sU oD;?IA=O@?--+lq(صB\N)I&dd9. RYÓtԾ+mQYçxw/^ˮk)q]ffVim{7KY@%^ a?kIϰq7VUMY _c :UyjSUp i"zGOs+99v'T!@B|qc|bz" N6xK1)LJYk6-SyNe=.>ɣ[Qnc%]om|mw!;&hHxi^١7` y`[~{BZP)'qVv3G/+ Bzb3?)1&=, e:V &~[Iؙ !N!q]Ʋk0ۛBjϧٜh.g |݉5LTAz6og|s:{s(1:tGp6xjg|Ϣl:{;s`?L:3p3O9Ά#Qd`oh ǻ)xg>!=8lg4aԶ3>;?ho+iN T=  >KhQ =tAc.߽cLkBș<NE{x<'ת/|7rDkKy/ ſIF_unsOhŢTq ++O|σSD$zZ8YJ+\@) /`"8]|7,9j;zdS/12_J 9VZ3CN2ɗzS5),.@:.9 x8y +3ȍS~ӽ[j+p0sG1